Mediterranean Garden Society

Associazione Giardino Mediterraneo

A proposito della MGS

The Mediterranean Garden Society (la MGS) è un’associazione senza scopo di lucro fondata in Grecia nel 1994, un forum per tutti quelli che condividono una passione per la natura, le piante e i giardini situati in zone con clima mediterraneo. L’associazione pubblica la rivista trimestrale in inglese “The Mediterranean Garden”; e provvede al mantenimento di un giardino sperimentale, Sparoza, che si trova nei pressi di Atene nella tenuta del Goulandris Natural History Museum, messo gentilmente alla nostra disposizione. La MGS è affiliata alla Royal Horticultural Society.

Lo scopo comune della MGS, com’è presentato nel nostro statuto societario, è abbastanza ampio e ci permette di aprirci a tutte le nuove direzioni possibili. La MGS è un’associazione internazionale presente in trentotto paesi nel mondo e in diversi paesi i soci hanno costituito filiali, attraverso le quali si riuniscono per organizzare specifiche attività.

Perché un’ associazione di giardino “mediterraneo”?
Da molti anni la letteratura di giardinaggio è stata dominata da descrizioni e illustrazioni di piante e di giardini che sono adatti al clima dell’Europa settentrionale e di altre zone temperate dove finora non esistevano problemi di scarsità e/o mancanza d acqua. Sedotti da queste immagini, alcuni appassionati di giardini mediterranei hanno cercato di riprodurre approssimazioni di “giardini inglesi” che risultano del tutto inadatti al clima mediterraneo.

Uno dei primi obbiettivi della MGS è proprio quello di proporre delle alternative, ugualmente belle e attraenti, fondate sulla tecnica orticola davvero mediterranea. Le piante utilizzate, originarie di tutte le zone mediterranee del mondo, saranno più o meno resistenti alla siccità. Il giardinaggio a risparmio idrico è fondamentale nei paesi dove la siccità può durare almeno quattro mesi e nelle zone dove prezzo dell’acqua non può che aumentarsi e dove l'acqua disponibile sarà sempre più scarsa.

Un altro principio è la tutela e la conservazione della flora esistente. Un terreno mediterraneo dove gli alberi e gli arbusti crescono lentamente e faticosamente, non deve cedere alla moda di "giardini nuovo look” proposti da alcuni programmi televisivi. Alberi maturi, già esistenti, forniscono la loro ombra per il benessere sia di esseri umani che di giovani piantagioni; i fiori selvatici illuminano il giardino in primavera senza alcuno sforzo da parte del proprietario. Con una certa flessibilità, le piante esistenti possono essere integrate nel design del futuro giardino.

Il giardino a Sparoza con piante mediterranee dove le pietre trovate sul posto sono state utilizzate

In realità è già nel progetto del giardino sono illustrati i principi del giardinaggio mediterraneo. Invece di lunghi prati e aiuole con fiori che sbocciano tutti contemporaneamente in estate, un giardino mediterraneo è un insieme più complesso di superfici coperte con materiali naturali locali, ombra, acqua e luoghi dove le piante fioriscono in diversi periodi durante i dodici mesi. In alcuni angoli del giardino, il profumo sarà più importante del fiore perché il numero di piante mediterranee il cui fogliame è fragrante è notevole: non solo erbe ma geranium, helichrysum, salvia, tanacetum e molte altre piante. Inoltre, la forma della pianta può essere un importante elemento architettonico; ad esempio, molte piante mediterranee autoctone crescono a forma di cuscino, mentre le foglioline di bosso, lentisco e Teucrium fruticans sono ben adatte al taglio.

Un giardino con piante mediterranee autoctone tagliate a forme sferiche

Santolina che cresce spontaneamente

Infine, nella zona mediterranea, è opportuno prevedere la manutenzione del giardino per esigenze specifiche. Queste sono principalmente incentrate sul miglioramento del suolo, specialmente la pacciamatura e il compost, egregi sostituti di pala e piccone.

The Mediterranean Garden
Tutti questi argomenti, e altri ancora, vengono trattati negli articoli pubblicati sulla nostra rivista trimestrale The Mediterranean Garden, che ogni socio riceve quattro volte all’anno e che costituisce uno dei maggiori vantaggi dell’appartenere alla MGS. La redattrice capo, Caroline Harbouri, ha fatto affidamento sui contributi dei soci che, sulla base della loro esperienza personale, parlano e descrivono i propri giardini e quelli recentemente visitati in articoli illustrati con disegni. Pubblicati sulla rivista ci sono anche recensioni di libri, lettere alla redazione e informazioni varie.

Il giardino della MGS a Sparoza
Negli anni sessanta, Jaqueline Tyrwhitt, urbanista inglese, si è impegnata a creare un giardino in Grecia su una collina secca e rocciosa nell’Attica. Alla sua morte, nel 1983, lasciò la casa e il giardino al Museo Goulandris di Storia Naturale. Nel 1994, con l'approvazione del Museo, un gruppo di appassionati di giardini concepì l'idea di costituire un’associazione che riunisse tutti gli appassionati di giardini mediterranei. Questo spiega il motivo per cui la MGS è ufficialmente domiciliata a Sparoza; ed è in questo giardino che presero vita e forma i principi costitutivi della MGS. Le piantagioni includono tutti i tipi di piante mediterranee autoctone della Grecia e di altre regioni del Mediterraneo. Le piante propagate nel vivaio sono a disposizione dei soci della MGS. C'è anche una biblioteca di riviste e libri sul giardinaggio, la botanica e l’orticoltura. Sally Razelou, socia fondatrice ed ex presidente della MGS è la curatrice del giardino; ha arricchito e ampliato notevolmente il giardino da quando, nel 1992, è venuta a vivere a Sparoza. Da molti anni accoglie studenti che vogliono approfondire le proprie conoscenze di botanica mediterranea e orticoltura. Costoro sono alloggiati in loco e lavorano sotto la sua supervisione. I soci della MGS sono benvenuti nel giardino (previo appuntamento), per incontrare la curatrice e per raccogliere idee e incoraggiamento.

Alcuni scorci del giardino a Sparoza

I soci della MGS hanno l'opportunità di apprendere le tecniche di orticoltura al giardino di Sparoza come volontari non retribuiti; inviare candidature al Segretario Generale della MGS.

I Soci
Fin dall'inizio, i fondatori hanno invitato gli amanti del giardino di tutte le regioni nel mondo che godono di un clima mediterraneo di unirsi a loro: tutti i paesi del Mediterraneo e certe zone nella California, Australia e il Sud Africa, con inverni umidi ed estati lunghe e secche hanno climi simili al Mediterraneo. Alcuni giardinieri amatoriali che vivono in climi più settentrionali sono soci della MGS perché sono particolarmente interessati alla botanica mediterranea o perché hanno una seconda casa o un giardino in una regione del mediterraneo. Una volta l'anno, un gran numero di soci si riunisce per l'Assemblea Generale Annuale della MGS che è sempre accompagnata da alcuni giorni di escursioni. In quell’occasione i vecchi amici si incontrano e si stringono nuove conoscenze.

Le filiali internazionali
La MGS ha un certo numero di filiali internazionali attive che gestiscono le proprie attività in maniera indipendente; queste attività possono assumere la forma di conferenze, sessioni dimostrative, tour di giardini botanici, o gite. I soci delle altre regioni sono invitati a partecipare alle attività locali, se il numero di partecipanti lo consente. I leader locali si sforzano sia per fornire ai soci locali un programma interessante sia per attrarre nuovi soci.

Crocus nel giardino in un uliveto

Amministratori
La MGS è gestita interamente da volontari, sia a livello centrale che locale. Non ci sono lavoratori dipendenti; il denaro raccolto viene utilizzato per pagare i costi di stampa e la spedizione della rivista e la manutenzione del sito web, e il giardino di Sparoza. Gli Amministratori attuali della MGS sono i seguenti:

Presidente
Caroline Davies

Vice-Presidente 
Pierre Bouchez

Segretario
Vivien Psaropoulou

Tesoriere
Jill Yakas

Consigliere
Lefteris Dariotis

Riserve
John Mole
Simon Rackham

Margaret Lim Zafiropulo

Caporedattrice
Caroline Harbouri

Curatrice del giardino 
Sally Razelou

Consulenti per il sito web
Jon Watts e
Hereford Web Design

Presidenti passati 
Sally Razelou
Heidi Gildemeister
Katherine Greenberg
Cali Doxiadis
Caroline Harbouri
Jean Vaché
Alisdair Aird

Abbonamenti
L’associazione è aperta a tutti.
Abbonamenti annuali sono pagabili al 1 gennaio di ogni anno e nuovi soci ricevono tutti e quattro edizioni della rivista nel primo anno.

I soci che desiderano ricevere una copia della traduzione dal greco in inglese del statuto societario della MGS sono pregati di contattare la Segreteria Generale della Società. Idem per qualsiasi domanda riguardante le operazioni della MGS.

(Le foto sono da Fleur Pavlidis, Terry Moyemont, Davina Michaelides, Sergio Ungaro e Olivier Filippi Michelle Torres-Grant.)

Copyright riservato a tutti i contenuti, non riprodurre senza autorizzazione