Mediterranean Garden Society

Associazione Giardino Mediterraneo

Eventi

Eventi passati   2017   2016    2015

Novembre 2014
Vendita di piante e Assemblea Annuale della MGS Italia a San Casciano dei Bagni (SI)
Questo raduno annuale della MGS Italia era ospitato quest’anno dai soci Lidia e Ian Campbell nella loro splendida dimora. Abbiamo parlato del programma di eventi/ per l’anno prossimo ed altri argomenti che riguardano la MGS. E’ seguito uno scambio di piante e sementi portati dai soci e successivamente un pranzo in una trattoria a San Casciano dei Bagni.

Colori autunnali nel giardino di Lidia e Ian Campbell

Ottobre 2014
Congresso Internazionale della MGS, Mentone, Francia
Tour dei Giardini della Riviera, Mentone, Francia

Il Congresso Internazionale della MGS si è tenuto al Forte dell’Annunziata, Ventimiglia (IM).

Il soci hanno visitato i giardini famosi, pubblici e privati, della zona compresi: La Serre de la Madone, Jardins Ephrussi de Rothschild, Jardin Exotique de Monaco, I Giardini Botanici Hanbury, Bocca Negra, Les Colombieres, Clos du Peyronnet, Jardin Botanique Val Rahmet.

Per un resoconto in dettaglio (in inglese) e foto delle gite rivolgersi qui.

Ottobre 2014
Gita a Padova & Treviso: delizie della Pianura Padana 

A soli 15 giorni dalla inaugurazione del Giardino della Biodiversità, un progetto multimilionario presso il Giardino Botanico di Padova, la MGS Italia l’ha visitato in un gruppo di circa 20 soci.

La facciata vetrata della grande nuova serra misura 100 m x 18 m. L'edificio, "solare attivo", è stato progettato per mantenere e trasformare l'energia solare; incorpora anche un sistema complesso di raccolta piovana e un sistema di modulazione computerizzato dell’aria e della luce.

L’esterno del nuovo complesso

Si tratta di uno splendido complesso, sia all'esterno che all'interno, dove il visitatore è condotto attraverso l'evoluzione delle piante su quattro continenti di Africa, America, Europa ed Australia.

Il gruppo nella serra nuova

Padova ospita il più antico giardino botanico del mondo che ora si trova nell’elenco di patrimonio mondiale dell'UNESCO. E’ stato qui, nello storico, murato giardino cinquecentesco, che abbiamo trovato le piante più adeguate per i nostri giardini mediterranei tra i 6000 esemplari in mostra. Tutto era ben curato e ogni pianta era bene etichettata. Un giardino da visitare in ogni stagione.

Etichette: tutto a posto

Dopo una merenda siamo andati in tram a visitare la magnifica Cappella degli Scrovegni, dove la socia Dinah Southern, storica dell'arte specializzata nel Rinascimento, ci ha parlato di questo capolavoro di Giotto. Poi ci siamo diretti a Treviso per la cena.

Il giorno dopo il gruppo ha partecipato all’evento I Giorni Dell Autunno organizzato da Pier Luigi e Gabriella Priola, presso il loro vivaio di Treviso che rappresenta senza dubbio una eccellenza nel mercato in Italia per le piante perenni, ma anche per la produzione di graminacee, felci e arbusti insoliti. Quest’anno il primo giorno dell’evento aveva come tema, suggerito da MGS Italia, “I Giardini Mediterranei” “ e la socia MGS Alessandra Vinciguerra, direttore dei Giardini La Mortella, Ischia ha presentato il suo giardino (che ospiterà il Congresso Internazionale della MGS in ottobre 2015).

Angela Durnford (a destra); Alessandra Vinciguerra (a sinistra), Pier Luigi e Gabriella Priola (centro)

L’ultimo giorno, sempre presso il Vivaio Priola, dove l’evento aveva come tema “I Giardini Romantici” abbiamo ascoltato un meraviglioso intervento di Lauro Marchetti, Curatore del Giardino di Ninfa, che ha sottolineato le responsabilità e le sfide nella cura del “giardino più romantico del mondo". Una visita a questo giardino sarà nel programma MGS Italia del 2015.

Settembre 2014
L’arte nel giardino, Campello-Sul-Clitunno (PG)

Quando il socio MGS Gary Jo Gardenhire, un pittore, e il suo compagno Tim Rees, un architetto paesaggista, hanno cominciato a creare il giardino a Campitello-sul-Clitunno, non riuscivano a trovare le sculture adatte. Così Gary ha cominciato a fare lo scultore lui stesso.

Il risultato è una collezione eclettica di opere d'arte che diventano decorazioni e punti focali, creando uno spirito unico in questo suggestivo giardino in collina. Le sculture sono realizzate con oggetti "trovati", strumenti saldati di metallo, tappi di bottiglia scartati, e con cemento modellato usando utensili da cucina come stampi. L’esposizione non è statica: le sculture vengono sostituite regolarmente e i pezzi colorati sono ridipinti ogni anno.

Sculture ‘Simon’ e ‘Caroline’

Gary ci ha accompagnato in un giro per il giardino e ci ha spiegato il suo lavoro, come ogni pezzo era stato sviluppato, e come aveva scelto la sua posizione e l'aspetto.

Gary ci spiega il giardino e l’arte

Sculture ‘Antilope’ e ‘Gnomo’

Di seguito, Tim ha tenuto un discorso su come progettare un giardino con sculture e la socia Carole Cross ci ha parlato di come abbinare le piante con materiali diversi. Poi il socio David Dickinson, che fa giardinaggio su una terrazza a Roma, ci ha parlato di un progetto su scala ridotta e in fine, Matteo di Civita ha fatto un presentazione sulle peonie spontanee nel bacino mediterraneo.

Giugno 2014
Giardinaggio senza innaffiamento su terra argillosa, Montepulciano (SI)

La MGS italiana ha visitato Villa Trecci, un giardino di tre ettari creati da Adelmo Borlesi e sua moglie Cinzia Sorlini, e il vicino giardino di Steven e Susan Kiviat progettato da Adelmo. Lo scopo era quello di scoprire un approccio sistematico per giardinaggio senza innaffiamento quando la terra è argillosa. Villa Trecci è immersa tra gli ulivi con vista di Montepulciano – uno sfondo fantastico.

Rosa ‘Iceberg’ e Montepulciano nello sfondo

Il giardino è basato su argilla / tufo (calcare), ma Adelmo ha cambiato completamente la struttura della terra al fine di a) coltivare una vasta gamma di piante senza ricorrere a irrigazione nella siccità estiva e b) per evitare di perdere piante a causa di mancanza di drenaggio in un inverno piovoso.

La zona a giardino grigio è stata rialzata su una serie di muri in pietra e le aiuole sono attraversate da tubi sotterranei di drenaggio del diametro 10 cm. Questi sono avvolti in tessuto non tessuto e posti alla base delle pareti su uno strato di ghiaia di 10 cm, poi coperti con altri 10 cm di ghiaia e poi finalmente con almeno 30 cm di terra preparata.

Terra argillosa prima del trattamento

La terra argillosa è stata trasformata con una miscela di 50% terra, 20% letame, 10% ghiaia piccola, 10% sabbia grossa di fiume e il 10% composto di giardino.

La terra dopo il trattamento

Il letame pastorizzato è un misto di cavallo e di mucca, anche se a quanto pare il letame di cavallo è preferibile. La terra arriva a un pH 5,5 - 6.5. Ad eccezione delle rose, che sono concimate con stallatico ogni anno, Adelmo non usa né fertilizzanti né acqua.

Dopo un piacevole pranzo sulla terrazza della Fattoria Pulcino a Montepulciano, siamo andati al giardino suggestivo di Stephen e Susan Kiviat. Qui avevano inizialmente piantato tutte le solite piante grigie in stile classico toscano, ma le hanno perse tre volte a causa del drenaggio insufficiente. Adelmo ha fatto il trattamento della terra e messo a dimora le piante, selezionate di lui stesso, nell'autunno del 2013 e il giardino sembra già completamente stabilito.

Adelmo con il gruppo nel giardino grigio

Aprile 2014
Tour dei giardini della Sicilia dell’est, Taormina (ME)

"A Taormina si trova tutto ciò che sembra creato sulla terra per sedurre gli occhi, la mente e l'immaginazione." Con le parole di Guy de Maupassant in mente, la MGS Italia ha scelto Taormina come base da cui partire per esplorare i giardini della Sicilia orientale.

Il nostro tour leader era Clare Littlewood, autrice di “Giardini di Sicilia” e residente nell’isola da lungo periodo.

Il programma è cominciato all’ Orto Botanico di Catania dove si trova una collezione interessante di piante autoctone di Sicilia in mostra nel loro habitat naturale (Hortus Siculus).

Al tramonto, abbiamo preso un aperitivo nei giardini monastici del San Domenico Palace Hotel che offrono una magnifica vista dell'Etna.  Da questo luogo incantato, DH Lawrence scrisse dell'Etna: "lei traccia una lunga, magica, linea flessibile dalla riva del mare al suo cono smussato ... Remota sotto il cielo, in disparte, così vicina, eppure sempre con noi ... "

Vista dal Hotel Villa Schuler con Etna sullo sfondo (Disegno fatto dal socio Jaques Thompson)

Il secondo giorno è cominciato con una visita alla Villa Paradiso - nome appropriato - dove Giulia Gravina ha creato un giardino mediterraneo tra le effusioni laviche da un vulcano estinto, con vista del Golfo di Catania. Nella merenda offertaci, da ricordare in particolare gli squisiti kumquat caramellati, fatti da Giulia in casa.

Effusioni laviche alla Villa Paradiso

Poi abbiamo visitato la tenuta della Villa Trinità. Qui il giardino è stato ‘persuaso’ a crescere, pur nella lava dove è ubicato, dalla passione e dagli sforzi dell’ultimo di otto generazioni di proprietari, il Barone Salvatore Bonajuto. Qui si trova anche un sistema antica di origine Araba di canali di irrigazione o saie.

Nel pomeriggio Valeria Ciancio, giardiniera appassionata, ci ha ricevuto nel privatissimo giardino circostante la sua villa ottocentesca. Un aranceto originale si accosta a un esteso giardino naturalistico arricchito di un vasto assortimento di piante con angoli remoti dove i suoi numerosi nipotini amano giocare e nascondersi.  

Una vista sull’Etna dall’ Hotel Schuler, Taormina, raffigurata in un dipinto su piastrelle

Nella vicinanza si trova Le Stanze in Fiore, dove Rossella Pezzino de Geronimo ha creato il suo giardino di ‘stanze’ interconnesse sulle terrazze che circondano la villa neo-classica. L’ambiente, ispirato dalla esperienza di vita di Rosella, era sorprendentemente tranquillo e privato pur essendo inserito nelle prime vicinanze di Catania.

Il terzo giorno il programma prevedeva tre gite opzionali  (Etna, Taormina storica, o la mostra mercato di fiori Ciuri Ciuri), seguite da una visita a Casa Cuseni. Questa villa e il giardino di stile ‘Arts e Crafts’ furono costruiti dall’inglese Robert Kitson nel 1905 e sono stati curati poi con amore per oltre 50 anni dalla nipote Daphne Phelps, fino alla sua morte nel 2005; ora è monumento nazionale.  

Il quarto giorno abbiamo visitato la tenuta privata e il giardino di San Giuliano, proprietà dei Marchesi Paternò Castello di San Giuliano per oltre 800 anni. Il giardino è curato da Rachel Lamb che ci ha accompagnato nella visita soffermandosi in particolare nello stupendo ‘percorso del pompelmo’ e nella ricca collezione di cactus.

"Il percorso del pompelmo" at San Giuliano

L’ultima tappa era a Lentini, dove la Principessa Maria Carla Borghese ci ha accolto nel suo delizioso “giardino che non c’era”. Il Giardino del Biviere, infatti, è stato trasformato dalla Principessa, a partire dagli anni sessanta, da un lago drenato a un esotico e rigoglioso giardino.

Marzo 2014
Lezione di sementi e una visita ai giardini dei soci, Lariano (RM)


Chantal Guiraud, l’esperta che gestisce il servizio per lo scambio delle sementi per MGS, è venuta dalla Francia per una conferenza sul tema della raccolta delle sementi, la loro conservazione e classificazione prima del momento opportuno per la semina. Ci ha spiegato come i semi sono diversi per dimensione, struttura e requisiti, ha esaminato i vari terricci, illustrato l’utilizzo di vasi di diverse forme e dimensioni, e ci ha dato pratici consigli per la immediata assistenza delle sementi appena piantate.

Chantal Guiraud, che gestisce il servizio per lo scambio delle Sementi MGS

Questo evento è stato ospitato dalla nostra socia Dorisanne Hernderon Angro che alla fine della presentazione ci ha accompagnato a visitare il suo delizioso e ben curato giardino sotto il sole primaverile. Dopo una colazione preparata da lei, siamo andati a trovare, nella campagna al sud di Velletri, un’altra socia, Keay Burton-Pierconti. Il suo giardino è da assaporare: sviluppato nel arco di vent’anni intorno a ulivi e alberi da frutto preesistenti, il giardino ha un’aria proprio naturale ed è volutamente un po’ disordinato!

Chantal e il socio Brent Larson

Per un resoconto degli eventi negli anni precedenti (in inglese) e foto cliccare qui.